A Vela

L’avventura

Vismara 78

L’imbarcazione è l’evoluzione dei Vismara 78 Ghibellina e Malafemmena, di cui riprende gli alti contenuti tecnologici e la semplicità delle forme. Più spiccata invece la sua vocazione sportiva, che ha comportato per lo studio Vismara Yacht Design un livello di progettazione ancora più sofisticato e mirato al raggiungimento di alte performance.
Rispetto alle altre due imbarcazioni, L’avventura è più leggera, più stabile, con appendici più lunghe e efficienti, che consentono quindi un piano velico più generoso. La filosofia costruttiva Vismara, da sempre orientata verso l’uso bivalente dei materiali compositi sia per la costruzione che come elemento di arredo, si ritrova in gran parte anche in questo progetto. Scafo, coperta e paratie strutturali sono infatti realizzate in composito, con l’uso di fibre unidirezionali di carbonio pre-impregnate e postcurate sottovuoto a 90°, carbonio che negli interni rimane a vista lungo le fiancate, mentre le paratie sono verniciate con un provocante rosso porpora, che contrasta con il tenue teak sbiancato dei mobili.

Specifications

Cantiere
Vismara
Modello
V78 Fast Cruiser
Anno
2004
Lunghezza
24 M
Larghezza
5,80 M
Pescaggio
4 M
Dislocamento
30000 KG
Superficie Velica
352 Mq
Materiale Costruzione
Sandwich di fibre di Carbonio pre-impregnate di resina epossidica
Zavorra
10000 KG

Design

Gli interni realizzati assieme all’armatore, hanno uno stile molto moderno, con dettagli “etnici“, un grande impiego di legni di teak naturale, ebano e tappezzerie e dettagli di arredo caratteristici per la colorazione variegata. Il layout è simmetrico: nella zona prodiera, che prevede nella cabina armatoriale due letti separati anziché il matrimoniale a murata, verso poppa si trovano poi le due cabine ospiti gemelle ciascuna con bagno e a centro barca la spaziosa dinette. La poppa invece è dedicata a dritta alla cucina organizzata in locale separato e a sinistra alla cabina dell’equipaggio. Questo nuovo layout favorisce inoltre l’abbassamento del bordo libero che dal punto di vista progettuale consente alla barca di raggiungere maggiori prestazioni, oltre ad un’estetica più filante. La semplicità e la pulizia della coperta di Ghibellina, diventano punti di partenza e di ispirazione per il nuovo 79, decisamente e ancora più minimalista.

Tech

Le manovre sono così ulteriormente semplificate con la predisposizione di 3 captive winch (verricelli a raccoglitori) per la gestione della scotta randa e del Genoa e posizionati in sala macchine, come quelli adottati sull’ultimo tecnologico Baltic 147. Due soli gli winch ad estrema poppa per le drizze e il gennaker. Il piano di coperta è flush deck e con un grande pozzetto dotato di due ruote in carbonio e diviso in area di lavoro a poppa e zona living a prua. I tambucci e tutto l’hardware è custom e a scomparsa. Ad estrema prua è prevista un’ampia calavele. Il sistema dell’ancora, che fuoriesce da sotto lo scafo è lo standard Vismara ma migliorato e ottimizzato nel senso di una maggiore affidabilità e semplicità d’uso. La barca è armata con albero in carbonio a 4 crocette e dotata di Genoa al 110 % non autovirante al fine di permettere una maggiore invelatura; è motorizzata con 280 hp e accessoriata di aria condizionata, generatore e dissalatore. La poppa è attrezzata di garage per lo stivaggio del tender.

Meet your referent

Alessandro degl’Innocenti

Alessandro degl’Innocenti

Sales and brokerage manager

Vismara Marine