A Vela

Kidogo

L'idea

Progettato per le lunghe navigazioni in solitario, “Kidogo” è il primo Minitransat realizzato con l’intento non solo di vincere la prestigiosa regata oceanica, ma anche di partecipare alle regate Open in Mediterraneo. A questo scopo è stata resa più invelata, più stretta e soprattutto più performante di bolina rispetto agli altri esemplari.

Specifications

Cantiere
Vismara
Modello
Minitransat
Anno
1995
Lunghezza
6,50 M
Larghezza
3 M
Pescaggio
2 M
Disclocamento
1168 KG
Superficie Velica
30 Mq
Materiale Costruzione
Compositi di Kevlar e Carbonio

Il Progetto

“Kidogo” è caratterizzata da una costruzione molto sofisticata, tutta in kevlar e carbonio e da una geometria della coperta che non prevede il “Bolzone”, consentendo in tal modo di ridurre ulteriormente il peso della barca e di evitare la realizzazione di uno stampo. Il risparmio di pesi è inoltre favorito dalla predisposizione di interni minimali e da un’impiantistica essenziale.

Caratteristiche

L’esperienza nel campo strutturale del “Moro di Venezia” ha suggerito la realizzazione in carbonio della chiglia a lama, che unita ad un alto rapporto di zavorra e all’innovativo piano velico, rende “Kidogo” molto competitiva con vento teso. Il piano velico prevede infatti una grande Randa allunata, Fiocco senza sovrapposizione e ampio Gennaker.
L’albero è a sezione variabile con crocette inclinate a 25°. “Kidogo” è inoltre dotata di impianto “Ballast” da 300 Kg per lato, azionato con tubo a depressione e pompa manuale di rispetto e attrezzato con generatori a cellule solari, nonché diverse altre innovazioni sulla gestione dei piloti automatici. Con Simone Bianchetti “Kidogo” è la migliore imbarcazione italiana alla Minitransat del 1995.

Meet your referent

Alessandro degl’Innocenti

Alessandro degl’Innocenti

Sales and brokerage manager

Vismara Marine