A Vela

Indigo

In crociera a "tutta velocità"

Il nuovo V47 in costruzione, un elegante fast cruiser firmato Vismara, sarà varato a giugno di quest’anno. Il futuro armatore ha chiesto sì una barca veloce, ottimizzato per la navigazione con 18/20 nodi di vento, ma che soddisfacesse prima di tutto l’esigenza di navigare con massimo comfort in crociera con la propria famiglia. Il nuovo V47 e un vero risparmiatore di energia in tutti i sensi! Grazie alla novità dei pannelli fotovoltaici ad alta efficienza, scafo preformante tutto in carbonio e tanti altri sistemi di bordo per una navigazione proprio ‘easy’.

Specifications

Cantiere
Vismara
Modello
V47 Fast Cruiser
Anno
2013
L.W.L.
14,30 m
Lunghezza
15,25 m
Larghezza
4,0 m
Pescaggio
2,40 m
Dislocamento
10250 kg
Motore
VOLVO D2-55HP S CV

Scafo

L'intera costruzione dello scafo (lungo 14,31 metri - 12,72 al galleggiamento - e largo 4) è realizzata con struttura "a sandwich", utilizzando tessuti unidirezionali e biassiali di carbonio ut 700, impregnati sottovuoto a un minimo depressionale di 0,8 bar in matrice di resina epossidica ampreg 22. Lo scafo, la coperta, le sovrastrutture e le paratie strutturali - a seguito acclimatamento di 24 ore a temperatura ambiente - saranno cotti a una temperatura controllata di 60° per 12h.

Coperta

La prua è caratterizzata da sezioni "magre" e in coperta sono state studiate soluzioni atte a concentrare i pesi a centro barca per una maggiore "sportività": da notare, ad esempio, la doppia timoneria molto avanzata nel layout esterno e la chiglia, che pesca 2,40 m, è stata appesantita per favorire il momento raddrizzante del 47 piedi. La poppa è rialzata e non manca l'ormai consueto "spigolo", in modo tale da consentire una lunghezza al galleggiamento superiore quando la barca è inclinata. La luminosità interna è garantita da sette aperture in coperta oltre alle finestrature a lato tuga e agli ordini di 3 oblò sulle murate. Le rotaie del genoa sono collocate al di sopra della tuga mentre il trasto randa è posizionato tra le panche del pozzetto e la doppia timoneria.

Una barca amica del sole

Colpiscono, alloggiati sulla tuga, i pannelli fotovoltaici solbian ad alta efficienza, con una capacità nominale di 400w. Ognuno dei quattro pannelli solari sarà collegato ad un regolatore di carica dedicato, per garantire la stabilità del sistema e preservare al meglio lo stato delle batterie. Il progetto prevede, per le utenze di bordo e il sistema elettrico, la scelta di componenti dal consumi ridotti: in teoria la barca sarà autosufficiente da punto di vista energetico. Un altro particolare molto rilevante è il dissalatore spectra ventura 200, che produce 31lt/ora, consumando solo 9 ampere, quindi un paio d'ore di funzionamento al giorno darebbero ben 62 litri e un consumo di 216wh, tenuto in funzione anche navigando a vela alimentato unicamente dai pannelli solari. In grado di far funzionare il dissalatore a vela, a motore spento e senza gruppo elettrogeno.

Interni

La configurazione prevede una cucina a "c" nel quadrato, due cabine simmetriche a poppa, dotate di bagno in comune e una grande cabina armatoriale a prua munita di bagno dedicato e box doccia separato.

Meet your referent

Alessandro degl’Innocenti

Alessandro degl’Innocenti

Sales and brokerage manager

Vismara Marine