Hidalgo: the fast commuter shines again.

07.12.2016

Hidalgo, G.50 (la barca commissionata dall’Avvocato Agnelli, il nome sta per Giovanni 50 nodi) e Barbarina, tre barche disegnate dal Maestro Renato “Sonny” Levi con la stessa caratteristica
carena Delta che lo rese famoso, ma profondamente diverse l’una dall’altra. Hidalgo fu realizzata nel 1968 dal cantiere Delta di Anzio è ha lasciato intatto il suo fascino fino ai nostri giorni.
Un fast commuter destinato alle navigazioni lungo costa veloci, una imbarcazione da sempre in grado di poter raggiungere elevate velocità. Molto ridotto lo spazio degli interni ma comunque in grado di poter ospitare l’armatore in una notte in rada grazie al sistema dei portelloni apribili che, con una chiusura superiore con tendalino, diventano abitabili.

La propulsione: Hidalgo è equipaggiata con una bellissima propulsione con eliche di superficie LDU (Levi Drive Unit), originariamente accoppiata a due motori MTU, oggi a due nuovi Cummins QSB 550 CV in grado di spingere Hidalgo a più di 40 nodi. Due giunti Bruntons e due nuovi flaps dotati di pistoni in grado di poter correggere l’assetto in fase di planata anche alle basse velocità. In aggiunto sono stati installati anche due “interceptor” Volvo per garantire un corretto assetto e stabilità anche alle alte velocità.

Il refitting: il refitting di Hidalgo ha impegnato Vismara Marine nell’estate del 2016 insieme agli esperti Maestri d’ascia del Cantiere Navale Checchi. Le necessità di consolidare tutte le strutture in legno, aggiornare sistemi e impianti e donare un nuovo layout alla coperta che fosse in grado di esaltare stile e caratteristiche tecniche di Hidalgo, hanno guidato il team refitting Vismara Marine. Tutte le strutture di Hidalgo sono state portate a nudo, pulite e ne è stato controllato il livello di umidità del legno. Il rafforzamento dello scafo è stato effettuato con resina epossidica, la parte interna è stata invece trattata con vernici a base acriliche per garantirne la corretta traspirazione.

La barca è stata dotata di nuovi impianti, oltre ai nuovi motori, un generatore Fisher Panda 5000i , un nuovo boiler, un winch di tonneggio a scomparsa sulla prua ed una ancora a scomparsa sotto il piano di calpestio totalmente automatizzata. Tutto l’impianto elettrico è stato rivisto, la corrette a 220V è sempre disponibile con generatore in funzione o dalle batterie con inverter.

Il nuovo layout: I portelloni apribili sono stati realizzati in fibra di carbonio e conservano gli originali oblò destinati a garantire la luce agli interni. Nella parte poppiera il layout della coperta è stato totalmente rivisto. Al pozzetto centrale è stato aggiunto un secondo pozzetto a poppavia con una nuova consolle. Tutta la plancia di comando è ora alloggiata in questo nuovo pozzetto, mentre il pozzetto principale è a totale disposizione degli ospiti.

A poppa è stata installata una plancia con una movimentazione elettrica per l’alaggio del tender.

Guarda il video

Photocredit:LetiziaChecchi

Vismara Marine